Come faccio a migrare i dati da un server a Dropbox?

Questo articolo descrive la procedura di base per la migrazione dei dati da un server a Dropbox.

Sezioni di questo articolo:

Prima della migrazione

  1. Informa i membri del tuo team della migrazione e chiedi loro di evitare di scambiarsi file durante la transizione.
  2. Assegna priorità ai file e valuta la possibilità di migrare i file attivi che utilizzi ogni giorno prima dei file archiviati.
  3. Valuta lo spostamento dei dati in batch. Pianifica l'esecuzione della migrazione per la notte, il fine settimana o quando è meno probabile che il team abbia bisogno di accedere ai file.
  4. Verifica che sul tuo computer vi sia spazio sufficiente. Non dimenticare che Dropbox conserva una copia dei file sul tuo disco rigido locale per impostazione predefinita.

Nota. Se i tuoi dati si trovano su un'unità esterna collegata al server, puoi spostare la cartella Dropbox nella stessa unità esterna. Inoltre, dopo la migrazione, puoi anche liberare spazio sul disco rigido locale con la sincronizzazione selettiva.

Migrazione dei dati

  1. Installa Dropbox sul tuo computer server. Accedi al server direttamente e non in remoto.
  2. Accedi all'applicazione desktop Dropbox con le credenziali del tuo account amministratore di Dropbox Business. Nell'unità principale del tuo computer verrà visualizzata una cartella Dropbox vuota.
  3. Se i dati si trovano su un'unità esterna fisicamente collegata e sull'unità interna non vi è spazio sufficiente, puoi:
  4. Nella cartella Dropbox, puoi iniziare a configurare le tue cartelle.
  5. Dal computer server, copia o sposta le cartelle che vuoi sincronizzare con Dropbox nelle nuove cartelle create.

Nota. Accertati di rimanere sempre connesso al computer server finché la migrazione non sarà completa. Non scollegarti, modificare impostazioni o spegnere il computer durante la procedura di migrazione. L'applicazione desktop esegue la sincronizzazione solo se sei hai eseguito l'accesso. Puoi controllare lo stato della sincronizzazione in qualsiasi momento utilizzando l'applicazione desktop.

Dopo la migrazione

  1. Invita gli utenti alle cartelle condivise di cui hanno bisogno. Quando i membri del tuo team installano l'applicazione Dropbox ed eseguono l'accesso, una copia delle cartelle che hai condiviso si sincronizzerà con la loro cartella Dropbox. Potranno aprire questi file come qualsiasi altro file sul computer. Qualsiasi modifica che un membro del team apporta ai file si sincronizzerà con Dropbox e con qualsiasi altro membro della cartella condivisa.
  2. Imposta le autorizzazioni per le cartelle condivise per i tuoi utenti. Puoi autorizzare i membri del tuo team a modificare o visualizzare i file di una cartella condivisa.
  3. Scollega il tuo account dal computer server se hai terminato il trasferimento iniziale e non vuoi continuare a utilizzare Dropbox su questo computer.

Nota. Se scegli di continuare a utilizzare Dropbox su questo computer, condividi le cartelle di questa cartella Dropbox solo tramite l'applicazione Dropbox. L'utilizzo delle funzionalità server per condividere le cartelle all'interno della cartella Dropbox tramite la rete locale può provocare vari problemi di sincronizzazione e non è supportato.

Domande frequenti

Come faccio a sincronizzare i miei dati con Dropbox il più velocemente possibile?

La velocità di migrazione dipende dalla connessione Internet e dalla larghezza di banda. Ti consigliamo di iniziare la procedura di migrazione alla sera o prima di un fine settimana, in modo da non interrompere il lavoro del team.

Se vuoi sincronizzare i dati più rapidamente, puoi sempre aumentare le impostazioni di larghezza di banda, consentendo a Dropbox di utilizzarne una parte maggiore.

Importante: le migrazioni possono richiedere tempo. La sincronizzazione dei file è una procedura complessa che prevede vari passaggi:

  • Ogni file viene in primo luogo sottoposto a hashing e compresso, quindi viene trasferito, criptato e archiviato sui nostri server.
  • Lo stato di sincronizzazione Dropbox visualizza una velocità in kB/s aggregata che comprende questi passaggi.
  • Una volta che i file sono stati trasferiti ai nostri server, qualsiasi modifica o aggiornamento dei file viene sincronizzato molto più velocemente, in quanto la sincronizzazione riguarda solo le modifiche.

Che cosa posso fare durante la migrazione? Posso lavorare sui file immediatamente dopo la sincronizzazione con Dropbox?

Ogni attività commerciale funziona in modo leggermente diverso. Alcuni team ritengono giusto migrare per primi i file archiviati. Altri preferiscono iniziare con i file attivi. In entrambi i casi, ti consigliamo di spostare i file in batch. Quando termina il caricamento di un batch di file, inizia un altro batch.

Importante.

  • Evita di modificare i file delle cartelle ancora in corso di sincronizzazione con Dropbox o con il computer di un membro del team.
  • A volte Dropbox non riesce a sincronizzare i file aperti in determinate applicazioni. Se un file è aperto in un'altra applicazione, chiudi l'applicazione e Dropbox riprenderà la sincronizzazione.
  • Quando su una cartella è presente un cerchio verde con un segno di spunta per tutti i membri del team, puoi tranquillamente collaborare all'interno di tale cartella.

Posso replicare la struttura del file server in Dropbox Business?

Se hai molti dati, ti consigliamo in primo luogo di creare una struttura di file nel tuo account Dropbox Business. Utilizza cartelle ed etichette vuote come segnaposto per i tuoi dati. Dopo aver condiviso queste cartelle vuote con il tuo team, puoi iniziare a spostare i dati al loro interno.

Nota. Dropbox non ti consente di condividere una cartella contenuta all'interno di un'altra cartella condivisa. Per ulteriori suggerimenti sulla configurazione di una struttura di cartelle, consulta questo articolo.

Che cosa accade se non ho spazio sufficiente sul mio disco rigido locale per la sincronizzazione con Dropbox?

Se non hai spazio sufficiente sul tuo disco rigido locale, hai due possibilità:

Utilizzare la sincronizzazione selettiva.

  1. Sposta le cartelle in batch.
  2. Attendi che le cartelle vengano sincronizzate con Dropbox e che su di esse compaia un segno di spunta verde.
  3. Applica la sincronizzazione selettiva a determinate cartelle.
  4. Ripeti questa procedura finché non hai sincronizzato tutti i file con Dropbox.

Utilizzare Dropbox con un'unità esterna.

  1. Se l'applicazione Dropbox è già stata installata e ha creato una cartella Dropbox sull'unità principale, utilizza la procedura illustrata in questo articolo.
  2. Se stai installando Dropbox per la prima volta, seleziona Opzioni avanzate e imposta la posizione della cartella Dropbox come unità esterna.
  3. Quando Dropbox avrà creato una cartella sull'unità esterna, trascina le tue cartelle al suo interno.
  4. Segui questi suggerimenti per la creazione di una struttura di file. Poiché stai spostando i file da una cartella a un'altra sulla stessa unità, i contenuti della cartella non occuperanno spazio aggiuntivo sull'unità principale né sull'unità esterna.

Importante.

  • Se la cartella Dropbox si trova su un'unità esterna, questa deve essere fisicamente collegata ogni volta che Dropbox viene eseguito. Inoltre, l'unità deve essere correttamente formattata per il sistema operativo del dispositivo collegato. Puoi visualizzare i requisiti di sistema per le configurazioni e i file system supportati.
  • La cartella Dropbox non deve essere installata su un'unità NAS (Network Attached Storage).
  • Sconsigliamo vivamente di utilizzare metodi che aggiungano file di riferimento (collegamenti simbolici, punti di giunzione o cartelle in rete) alla cartella Dropbox. L'uso di file di riferimento causa un elevato utilizzo della CPU, prestazioni di sincronizzazione scadenti, problemi di autorizzazioni e un utilizzo della quota non omogeneo.
Questo articolo risponde alla tua domanda?

Ci dispiace. Facci sapere come possiamo migliorare:

Grazie per i tuoi commenti!

Risposte della community
    Risposte della community

      Altri modi per ottenere assistenza

      Community

      Supporto Twitter

      Assistenza guidata